IL CONTEMPORANEO: CARTE DA PARATI